Novità per chi soffre di allergie o intolleranze alimentari: il Bollino blu

Sono circa 4 milioni di persone che in Italia soffrono di allergie alimentari!

Diventa quindi di estrema importanza che anche chi vende e cucina il cibo, come ad esempio i ristoratori, siano consapevoli di quello che può accadere al povero cliente, se non seguono tutte le regole per filo e per segno!

Ricordiamo che per gli allergici, anche una piccola assunzione di certe sostanze, potrebbe scatenare delle reazioni allergiche che potrebbero anche essere fatali!

Le allergie più comuni si hanno con:

  • Noccioline americane, o altra frutta secca a guscio (26%)
  • la verdura (14%),
  • la frutta fresca, soprattutto pesche e albicocche (12%),
  • i crostacei (10%),
  • il pesce (7%),
  • i legumi (6%), i semi (6%)
  • il grano (5%).

Ma anche le intolleranze sono ben note e diffuse..

Per dare  un’idea della spesa e della diffusione, solo per i latti speciali, non di origine vaccina, le famiglie italiane, devono sostenere un esborso economico di circa 50 milioni di euro l’anno,

Grazie quindi all’iniziativa dalla Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC), a partire dalla fine di aprile 2017, inizieranno i primi corsi attraverso cui ai ristoratori verrà insegnato come comportarsi di fronte ad allergie e intolleranze, e a come ridurne i rischi.

Verranno anche formati su  segni e sintomi legati all’assunzione di sostanze allergiche e verrà loro insegnato alcune manovre “salvavita” nel caso si dovessero imbattere in una crisi

I ristoranti che avranno partecipato a tali corsi, potranno quindi esporre un rassicurante bollino blu anti-allergie al di fuori del loro locale, accanto alle varie stelle o forchette! Un altro modo di testimoniare la serietà del ristorante!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *