GLI ALIMENTI GIUSTI per tenere a bada L’ENDOMETRIOSI!

L’ ENDOMETRIOSI,,, una malattia ginecologica poco conosciuta che colpisce circa il 10-15% della popolazione femminile. È una patologia subdola … molte donne spesso non sanno nemmeno di averla in quanto può essere diagnosticata con un ritardo anche di circa 8-9 anni dall’insorgenza… è purtroppo una malattia dolorosa e a carattere cronico.. Ecco perché chi ne soffre deve necessariamente seguire una dieta specifica anche a tavola.

In generale, infatti le terapie per la cura dell’endometriosi e il controllo dei sintomi dolorosi, hanno come obiettivo quello di abbassare i livelli di infiammazione e di estrogeni circolanti. Accanto a queste terapie, esistono dei consigli che le donne possono seguire a tavola per potenziare gli effetti.

ECCO I CONSIGLI DI NUTRYTOO :

 

  • Consumare alimenti ricchi di fibre con molta frutta, verdura, legumi, cereali integrali e frutta secca!

Si  consiglia di aumentare le fibre sino al 20 – 30% in ogni pasto.

L’aumentato consumo di fibre determina una riduzione degli estrogeni circolanti nel sangue con un minore impatto sui tessuti estrogeno dipendenti e quindi  una riduzione della sintomatologia legata all’endometriosi..

  • Limitare l’assunzione di grassi saturi preferendo alimenti di origine VEGETALE e latticini a basso contenuto di grassi e selezionando carni magre; A tal proposito ricordiamo che la CARNE promuove la produzione di una molecola pro infiammatoria che può contribuire a peggiorare la sintomatologia. Inoltre se CARNE industriale può contenere dosi elevate di inquinanti ambientali… pertanto si consiglia di ridurne il consumo.
  • Assumere alimenti fonte di grassi omega-3, contenuto in pesce come il salmone, lo sgombro, le aringhe, le sardine, e nei  vati semi tipo semi di lino, di noci e di zucca;

Un aumentato consumo di acidi grassi omega 3 promuove la produzione della prostaglandina PGE1 che riduce il livello di infiammazione determinato dalla endometriosi.

  • Evitare di assumere alcune erbe, come il Ginseng, che possono antagonizzare l’affetto dei farmaci in quanto contengono sostanze simili agli estrogeni;
  • Assumere alimenti ricchi di calcio, magnesio e vitamina D per contrastare la demineralizzazione ossea indotta da alcuni farmaci utilizzati per curare l’endometriosi.
  • Ridurre l’assunzione di questi alimenti:

Caffeina, alcool, cioccolato, grassi saturi, burro e margarina, bevande ad alto contenuto di zucchero, carboidrati raffinati.

  • Sono da EVITARE i prodotti contenenti SOIA in quanto ricca di fitoestrogeni naturali

NON SOLO A TAVOLA…

È Infatti raccomandato un esercizio fisico costante in quanto il movimento:

 

  • permette il rilascio di endorfine, anti-dolorifici naturali, utili a dare sollievo alle pazienti con forme di dolore pelvico cronico come nell’endometriosi
  • promuove la deposizione di calcio a livello osseo e quindi la re-mineralizzazione ossea.
  • riduce i livelli di estrogeni circolanti a livello ematico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *