ATTENZIONE AGLI ZUCCHERI CHE NON VENGONO SEGNALATI!!!

Dietro le definizioni “Senza zucchero”, “a basso contenuto di zucchero”, “o senza zucchero aggiunto”, spesso si celano invece ingredienti ricchi di zuccheri usati come dolcificanti. Per essere consapevole di quanto zucchero stai consumando, è necessario andarsi a leggere la lista degli ingredienti…. Una perdita di tempo? Non credo…

Se acquisti sempre circa sempre gli stessi alimenti della stessa marca, ti basterà farlo la prima volta, per renderti conto molto spesso  dei loro magheggi industriali!

Non farti attirare dalla scritta “senza zuccheri aggiunti”: gira la confezione e leggi la lista degli ingredienti. Se ci sono sostanze come succo di mela o d’uva concentrato, sciroppo di mais, estratto di malto o simili, sappi che gli zuccheri ci sono.

“Senza zuccheri aggiunti” non significa affatto che un succo o una confettura sono senza calorie: ci saranno pur sempre gli zuccheri naturali della frutta, anche se non è stato aggiunto altro.!

Vale quindi la pena innanzitutto, di CONOSCERE LE VARIE DICITURE riportate nelle eticchette:

  • Senza zuccheri aggiunti”: La legge è chiara, per usare questo slogan il prodotto non deve contenere non soltanto zucchero (saccarosio), ma neanche nessuna sostanza usata come dolcificante, per esempio succo di mela o succo d’uva concentrati, malto di mais, sciroppo di riso.
  • “Senza zuccheri”: La scritta può essere usata solo in prodotti contenenti al massimo mezzo grammo di zucchero per 100 g o ml di prodotto.
  • “Con fruttosio”. Questo zucchero ha una falsa fama salutistica e spesso costituisce soltanto una piccola parte degli zuccheri totali del prodotto.
  • “Senza saccarosio”: si gioca con il termine scientifico, per nascondere che se non c’è saccarosio, ci sono però zuccheri di altro tipo (glucosio, maltosio, fruttosio).

FACCIAMO ALLORA DEGLI ESEMPI PRATICI:

LE MARMELLATE: Insieme alla frutta, compaiono spesso succo di mela o di uva. Sono indubbiamente più naturali dello zucchero bianco, ma sostanzialmente la cosa non cambia. Per produrre uno sciroppo dolce, mela e uva vengono privati delle fibre e concentrati e chiaramente non sono più il frutto originario. Va precisato che in questi casi la legge, correttamente, richiede di aggiungere la dicitura: “contiene naturalmente zuccheri”.

Attenzione anche ai CEREALI… C’è poi il caso dei cereali, che di fatto sono zuccheri. Un esempio molto calzante è offerto dalle gallette di riso, mais e altri cereali. “Non contengono né zucchero né sale, perciò molti li usano come alimento dietetico, in sostituzione del pane. Ma hanno comunque un impatto glicemico elevato: molto meglio utilizzare del pane fresco, magari di segale, che ha anche un buon apporto proteico”, raccomanda la nutrizionista. Un discorso simile vale per i cereali per la prima colazione: se non hanno zuccheri aggiunti è certamente meglio, ma sono essi stessi zuccheri, quindi vanno associati correttamente con cibi proteici.

É invece peggiore ancora il caso di certe BIBITE O PRODOTTI DA FORNO TIPO BISCOTTI: Per abbassare l’apporto calorico si usano edulcoranti come maltitolo o sorbitolo, che sono dei polialcoli dotati di potere dolcificante e un leggermente  meno calorici dello zucchero . Poiché non sono né zuccheri semplici, né disaccaridi, per legge la dicitura “SENZA ZUCCHERI AGGIUNTI può tranquillamente comparire in etichetta.

Ma dal punto di vista salutistico non è più vantaggioso sostituire questi edulcoranti allo zucchero bianco. Infatti i polialcoli possono avere effetti lassativi e causare gonfiori addominali e aumento inaspettato dell’insulina!

One Comment Add yours

  1. yeezy boost 350 ha detto:

    There are definitely a variety of details like that to take into consideration. That may be a nice level to carry up. I supply the ideas above as common inspiration but clearly there are questions like the one you deliver up the place the most important thing might be working in sincere good faith. I don?t know if finest practices have emerged around issues like that, however I am certain that your job is clearly identified as a good game. Both boys and girls feel the impact of just a moment抯 pleasure, for the remainder of their lives.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *