Gambe gonfie e pesanti? Scopri cosa puoi fare tu!

Arrivato il caldo estivo, quasi ogni donna non vede l’ora di scoprirsi un po’! Le gambe, croce e delizia di ognuna, sono la parte di noi donne che in questa stagione si scopre per prima…

Ma spesso, il caldo può essere causa di gonfiori e dolori alle gambe, che possono rovinare l’aspetto sia estetico che salutare … ma quali sono i motivi?

Uno dei motivi più comuni è la ritenzione di liquidi che ristagna nei capillari e la linfa  tra gli spazi delle cellule, anche se le cause concomitanti possono essere varie, fra cui stare in piedi troppo a lungo, o situazioni più complesse e gravi come traumi, insufficienza cardiaca, renale e nutrizionale etc…

Tutto nasce da una difficoltà dei vasi capillari e del sistema venoso a far refluire il sangue verso l’alto ( le contrazioni muscolari e le valvole presenti all’interno delle vene hanno la funzione di spingere il sangue verso il cuore), oppure per la presenza di un’ostruzione che provoca un accumuli di liquidi a livello di caviglie e piedi.

In linea generale ci sono alcuni comportamenti da evitare il più possibile tra cui:

  • Tenere le gambe accavallate per lunghi periodi di tempo ( si ostruiscono i capillari causando accumulo di liquidi) Si consiglia quindi di evitare di mantenere la stessa posizione (sia in piedi che seduti) per troppo tempo.
  • Evitare eccessi di calore diretto alle gambe, sia del sole, che dell’acqua
  • Controllo della dieta (vedi dopo)
  • Svolgere attività fisica: camminare resta una delle cose più semplici, efficaci e economiche da fare, prestando attenzione a posare prima il tallone e poi l’avampiede e le dita.
  • Controlli medici: soprattutto se i sintomi sono improvvisi, in primis vanno esclusi situaioni più complesse come flebiti o trombosi.
  • Attenzione all’uso di alcuni farmaci: difatti ci sono anche alcuni principi attivi che possono aumentare il gonfiore, fra cui ipoglicemizzanti o antipertensivi, terapie ormonali (pillola anticoncezionale) e steroidi.

Anche qui l’ svolge un ruolo fondamentale per la corretta circolazione. Una dieta troppo ricca di sale contribuisce alla ritenzione di liquidi. In linea generale è consigliabile una dieta ricca di frutta e verdura, mentre alcuni alimenti sono più specifici fra cui:

Aglio, finocchio, barbabietola rossa, e crescione che riducono il contenuto di colesterolo e sono ricchi di antiossidanti che stimolano il sistema circolatorio.images (1)

I flavonoidi, sostanze preziosissime per aiutare il microcircolo, sono disponibili in:

Tè verde, cioccolata, agrumi, frutti di bosco, pomodori, centella asiatica, mirtilli, ippocastano, ginko biloba, propoli, vite rossa, cardo mariano.

Oltre alla dieta ci sono alcuni rimedi naturali che possono aiutare tra cui:

  • Pediluvi a base di acqua fredda a cui vanno aggiunte erbe rinfrescanti tra cui lavanda, timo e rosmarino.
  • Semplici massaggi effettuati anche da soli procedendo con movimenti circolari delle mani da compiere a partire dalle caviglie e procedendo verso l’alto.
  • Pomate o composti a base di flavonoidi tra cui amamelide (è un arbusto diffuso in Europa e in Nord America, impiegato nel trattamento dei problemi legati alla circolazione), rusco, arnica, centella asiatica o ippostano.
  • Anche gli impacchi di tè verde possono risultare efficaci contro le gambe pesanti, soprattutto alla sera. Il tè deve essere rimasto infuso il più a lungo possibile (anche una giornata intera). Il tè dovrà essere in seguito filtrato ed utilizzato per immergervi delle garze in cotone da strizzare ed applicare sulle gambe gonfie fin quando non si inizierà a provare sollievo.
  • Infuso downloaddi melissa e semi di anice: da consumare 2-3 volte al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *